Skip to main content

arthof

Signori dell’est e dei villaggi Hirl (pendici colline Hiryel) - Vessillo: l'Orso Grigio

Storia: istituiti per controllare lo strano popolo delle maghe lunari in un particolare momento storico del popolo Ulgan. Il re di allora dotò questo popolo di una certa capacità magica creando un presidio di maghi minori e di maghi dravidi proprio per avere un confine controllato verso l’isola Sersea dove sono le maghe dell’Ombra Lunare.

Governatore e Famiglia: Krathol, moglie Fidear, figlio primogenito Durbaog, figlio Greth, figlia Larna

Caratteristiche predominanti: territorio collinare e montuoso che ha dato luogo a un popolo duro e molto isolato. La città di Hirl è incastonata in una gola e il castello del governatore è quasi inarrivabile ad eventuali nemici. Popolo duro, molte caratteristiche simile agli Arhing di Tysnow. Il vessillo dell’Orso Grigio è del tutto inerente al carattere della casata e di questo popolo. I loro affari vertono quasi interamente sull’estrazione di metalli di cui le montagne e colline su cui vivono sono ricche. Ottimi fabbri.

Confini: vedere cartina confini

Alleati: nessuno

Nemici: nessuno

Armi: ottimo esercito di terra, grandi combattenti in situazioni schierate con potenti armi da combattimento e corazze. Buona cavalleria e buoni arcieri. Non molto efficienti nelle guerre da assedio, mentre sono perfettamente equipaggiati in caso di attacco del loro castello.

Capo delle guardie: Gruvorl, praticamente una specie di orso, di poche parole ma di grande efficacia. Non molto alto ma dalla stazza possente e dalla forza spropositata. In battaglia brandisce una mazza ferrata enorme con la quale spazza le schiere nemiche falcidiandone a decine. I suoi soldati lo seguono più per timore che per reale devozione. Barba folta nera, capello nero corto, occhi piccoli e naso pronunciato, sguardo sempre truce.

Magia: Magia animale, alcuni sciamani e guaritori potenti, ma quasi nulla nell’esercito a parte qualche guerriero figlio di maghi.

Mago di corte: Ashamat, un vero sciamano della natura. Nessuno conosce le sue origini, ma si è messo al servizio del governatore perché è stato salvato da un’imboscata di briganti. Ha tutti i poteri dello sciamanesimo compreso quello della trasformazione in animale oltre che di guarigione. Sguardo da pazzo, tatuaggi sul volto e sulle mani, occhi chiarissimi e capello lungo, nero raccolto, molto alto e magro.